About

Leggo le città come insieme di relazioni. Attraverso progetti artistici, attività di ospitalità ed iniziative legate ai libri, lavoro su come le comunità si formano e si rappresentano.

Attraverso spiazzamento, ascolto, affezione, ricerche partecipative, processi collaborativi e scrittura, espando il tempo del viaggio per raccogliere storie marginali e micro narrazioni come linee guida, cercando nuovi contesti per la cultura contemporanea.

Lavoro con la scena artistica indipendente come curatrice e project manager, co-fondatrice dell’associazione culturale Impasse e co-direttrice dell’Istituto per l’Immaginazione del Mediterraneo di Vessel.

A seguito della mia ricerca sul contesto urbano di Torino, ho fondato Portmanteau, una casa per gli ospiti e un laboratorio che raccoglie iniziative indipendenti in città, nutrendo un’idea di ospitalità radicale e di viaggio come condizione necessaria, culturale e naturale dell’essere umani.

Qui è nato il bookclub Teste di Medusa, che s’interroga su come viene letto il femminile oggi, favorendo un approccio coinvolgente alla lettura e promuovendo una riflessione più libera sul genere.

I read cities as a plot of relations. I work on art projects, hospitality activities and events related to books, in order to analyse how communities come together and represent themselves.

By displacement, listening, affection, participatory research, collaborative processes and writing, I expand the time of travel, in order to collect marginal stories and micro narratives as guidelines, searching for new contexts for contemporary culture.

I collaborate with the independent art scene as curator and project manager, co-founder of Impasse cultural association and co-director of Vessel’s Institute for the Mediterranean Imaginary.

My research about the urban context in Torino resulted into Portmanteau, a guesthouse and a lab  which collects independent initiatives in the city and feeds an idea of radical hospitality and travel as a cultural, natural and necessary condition of being human.

Here Teste di Medusa arose as a bookclub questioning the possible definitions of feminine nowadays. We promote an involving approach to reading as well as a free reflection about gender.